15/02/2015   Kobe: Eiki Takahashi (nuovo record giapponese) e Kumiko Okada Campioni della 20 km






Come al solito l'organizzazione giapponese è quella di una gara di alto livello.

Oggi ancor di più vista la presenza del loro responsabile nazionale dei Giudici, Yukio Seki, che è anche membro del Comitato Tecnico della IAAF presente a Kobe per un corso nazionale in occasione del Campionato Giapponese della 20 km.
 
La solita grande partecipazione che si trova sempre in Giappone e in Cina, e che invece purtroppo non si riesce più a vedere nelle gare europee.
10 km junior uomini: 157 atleti alla partenza
5 km junior donne: 94 atlete alla partenza
20 km uomini, valida per il titolo Giapponese: 87atleti alla partenza
20 km donne, valida per il titolo Giapponese: 36 atlete alla partenza.
 
Giornata fresca con una temperatura iniziale di 8 gradi Celsius, che ha poi raggiunto i 10 gradi a fine gara. Livello di umidità molto basso: 39,5 %
 
Interessante anche l'incontro con uno dei nomi storici noti della marcia Spagnola, Jordi Llopart, presente a Kobe su invito della JAAF in qualità di advisor tecnico per una serie di atleti a supporto del head coach Fumio Imamura. Sua l'idea delle "Pagelle" di cui diremo dopo.
 
 
20 km Men
 
Andatura molto veloce fin dall'inizio con subito in testa i migliori guidati da Yusuke Suzuki (PB: 1:18:17), Eiki Takahashi (PB: 1:18:41), Isamu Fujisawa (PB: 1:20:03) e Hirooki Arai.
 
I migliori passano ai 5 km in 20:03, ma già c'è un primo colpo di scena: Isamu Fujisava non piace molto alla giuria ed è gravato dopo due giri con due Red Card per mancanza di contatto con il suolo.
Ciò nonostante forza ancora l'andatura e rimangono in tre: Fujisawa, Suzuki e Takahashi.
I 10 km vengono doppiati in 39:42 dal terzetto dei leaders. A poca distanza Arai.
A questo punto è Yusuke Suzuki a prendere l'iniziativa e assieme a Takahashi  si alternano al comando.
Passano ai 15 km in tre nel tempo di 59:08.
Insistono Suzuki e Takahashi (parziale tra i 14 km e i 16 km di 7:36) e Fujisawa è costretto a lasciare la compagnia, per non incorrere nella squalifica.
 
Ancora un passaggio veloce tra i 16 e i 18 km (7:30) porta la coppia ad un giro dal termine nel tempo di 1:14:18.
Viaggiano ancora assieme per 1 km e agli ultimi 1.000 metri un deciso allungo di Takahashi pone fine alla lotta per l'oro.
 
Finiranno nell'ordine:
1.- Eiki Takahashi: 1:18:03 (ultimo km in 3:45) che rappresenta il nuovo record nazionale del Giappone oltre che essere la miglior performance mondiale attuale dell'anno
2.- Yusuke Suzuki: 1:18:13 (ultimo km in 3:54) 
3.- Isamu Fujisawa: 1:19:56 che sarebbe il nuovo Personal best
4.- Hirooki Arai: 1:20:35
 
Ma per Fujisawa le sorprese non sono terminate: si invola in uno scellerato finale per scendere sotto la soglia di 1:20:00 e migliorare il proprio personale, senza nemmeno porre per un attimo attenzione alla sua situazione tecnica.
Una azione talmente sconsiderata e ovvia da costringere il Giudice Capo Akira Fijisaki a toglierlo di gara con la squalifica dopo l'arrivo con la regola degli ultimi 100 metri. Coraggiosa, ma giusta decisione.
 
Chi ne gioisce è Hirooki Arai che raccoglie un bronzo insperato.
 
 
20 km donne
 
La gara vive nel tentativo iniziale di Inoue Rei, Kumiko Okada seguite da Ai Michiguchi e Ayako Fukuda.
 
Verso metà gara Ai Michiguchi viene squalificata, e la gara perde tutto il suo fascino.
 
La vittoria va a Kumiko Okada in 1:31:57
Argento a Rei Inoue  in 1:34:17 che negli ultimi chilometri cede moltissimo
Bronzo a Ayako Fukuda in 1:36:34
 
 
 
Le Pagelle
 
- Alla Federazione Giapponese per come hanno organizzato questi campionati: 9 
- Ai Club Giapponesi per come hanno aderito a questi Campionati, in massa: 10
- A Eiki Takahashi per il risultato tecnico e cronometrico: 8,5
- A Isamu Fujisawa per  come ha gettato alle ortiche un bronzo negli ultimi 100 metri di gara, dopo averlo salvato per 18 km: 4
- Al movimento maschile della marcia Giapponese (compresi gli juniors) sempre in crescita: 7/8
- Al movimento femminile della marcia Giapponese che non riesce a emulare i colleghi maschi: 5/6
- Al Head Coach della marcia Giapponese, Fumio Imamura, per i risultati ottenuti in questi anni e per la gestione tecnica della squadra: 9
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Eiki Takahashi, Yusuke Suzuki e Isamu Fujisawa verso il km 10
 
 
 
Fumio Imamura (Head Coach) alle interviste dopo il 
nuovo record giapponese sulla 20 km di Takahashi (1:18:03)
 
 
 
Eiki Takahashi esulta per il nuovo record del Giappone
tolto all'amico Yusuke Suzuki
 
 
 


Condividi su facebook