08/02/2019   Comunicato Stampa della IAAF






Copiamo e incolliamo il comunicato stampa della IAAF che contiene le raccomandazioni del Comitato della Marcia al Council della IAAF sul futuro programma delle gare e l'introduzione delle solette elettroniche e il comunicato stampa della IAAF (sotto) che evidenzia le proposte prese durante l'incontro di sabato scorso a Monaco.

 

 


 

 

Il Comitato della Marcia della IAAF ha formulato diverse importanti raccomandazioni al Consiglio IAAF in seguito a un'ampia consultazione e all'esame del feedback delle Federazioni affiliate, degli atleti, degli organizzatori di eventi e di diverse parti interessate (comprese le emittenti televisive).

 
Le tre raccomandazioni principali, concordate nel corso di un incontro a Monaco lo scorso fine settimana, riflettono la realtà che il programma delle gare in tutti i principali meeting ed eventi di atletica diventerà più breve e più dinamico, quindi queste innovazione sono richieste nella marcia per garantire che la stessa rimanga una disciplina fondamentale nel Campionati del Mondo e nei Giochi Olimpici.
 
• L'uguaglianza tra i sessi dovrebbe essere ottenuta nei Giochi Olimpici e mantenuta in tutte le principali competizioni internazionali, con due eventi maschili e due femminili inclusi nei programmi di campionato;
 
• Le distanze per le competizioni senior dovrebbero essere cambiate da 20km e 50km a 10km e 30km a partire dai Campionati del Mondo del 2023
 
• La tecnologia delle solette elettroniche con chip RWECS dovrebbe far parte delle competizioni dal 2021
 
Per implementare il cambiamento delle distanze, è stato delineato un percorso specifico che dovrebbe offrire ai marciatori un periodo di transizione di tre anni in cui adattarsi e prepararsi per le competizioni sulle nuove distanze. L'implementazione della tecnologia RWECS per aiutare i giudici a identificare gli atleti che hanno perso il contatto con il terreno dovrebbe venir utilizzata  dal 2021 se i test necessari, l'introduzione e la distribuzione dei chip e delle solette si concluderanno entro la fine del 2020.
 

Event

 

Men

 

Women

         

Tokyo 2020 Olympic Games

 

20km / 50km

 

20km*

Oregon 2021 World Athletics Championships

 

20km / 30km

 

20km / 30km

2022 Race Walking Team Championships

 

10km / 30km

 

10km / 30km

Budapest 2023 World Athletics Championships

 

10km / 30km

 

10km / 30km

Paris 2024 Olympic Games

 

10km / 30km

 

10km / 30km

 
*Nella riunione del dicembre 2018, il Consiglio ha formulato una raccomandazione per proporre al CIO che i 50 km femminili vengano aggiunti al programma di Tokyo.
 
 
Il presidente della Comitato della Marcia della IAAF, Maurizio Damilano, campione olimpico del 1980 e due volte campione del mondo sulla distanza dei 20km, ha dichiarato: "Il Comitato è molto orgoglioso della storia e della tradizione dei nostri eventi, ma il nostro obiettivo principale è ora quello di garantire il futuro della gara andare oltre Tokyo 2020 e offrire alle giovani generazioni di marciatori niente di meno e anche di più di quello che abbiamo già, perché è molto importante per il nostro sport avere quattro eventi individuali (due maschili e due femminili) e l'uguaglianza totale nei Campionati del Mondo e nei futuri programmi dei Giochi Olimpici. Le modifiche non sono sempre facili, ma è assolutamente necessario rendere la marcia più attraente per i tifosi e per i giovani atleti".
 
Robert Korzeniowski, tre volte campione olimpico e tre volte campione del mondo nella 50km, e anche membro del comitato, ha supportato le raccomandazioni, anche se prevedevano la rimozione della sua storica gara dal programma dei campionati.
 
"Come sapete, il mio cuore è appassionato dei 50km, e tutti i grandi successi e le medaglie che ho vinto erano nella 50km, ma il mondo sta cambiando velocemente e dobbiamo essere realistici, andare avanti e essere coraggiosi, per essere importanti con la televisione e i media digitali e per garantire il futuro della marcia nelle competizioni più importanti. I numeri nella 50 km non sono molto promettenti e se ci preoccupiamo dello sviluppo e dello stato di salute dela nostra gara, questo è l'unico modo per farlo. Non ho dubbi che i 30km siano una distanza che offrirà pari opportunità ai marciatori di endurance per gareggiare e raggiungere i loro obiettivi".
 
Le raccomandazioni del comitato di marcia della gara IAAF saranno incluse nell'ordine del giorno della prossima riunione del Consiglio della IAAF, 10-11 marzo 2019, e se le raccomandazioni del Comitato saranno approvate, le modifiche saranno effettive dal 1° gennaio 2021.
 
IAAF

 

 

(foto di copertina by Getty Images)

 

 



Condividi su facebook