09/02/2019   Ancona (ITA): Campionati Italiani U18 - vittorie di Martina Casiraghi e Emiliano Brigante






Le due gare di marcia dei Campionati Italiani U18 vedono, come già detto in sede di presentazione, un numero molto interessante di atleti alla partenza.

 

3.000m. marcia indoor donne

 

Le donne sono divise in due serie.

 

Prima serie

 

Nella prima, quella con i tempi più lenti partono in nove.

C’è molto poco da dire.

Vanno in testa Ilaria Migliardi (ITA) e Veronica Vinci (ITA) che guidano la gara a comando alternato.

Il passaggio ai 1.000m è di 5:04.33

Quello ai 2.000m è di 10:32.1

Poco prima degli ultimi due giri alla coppia si aggiunge Angelica Benevieri (ITA).

Negli ultimi due giri allunga Ilaria Migliardi e va a vincere in 15:53.79

Seconda Veronica Vinci (ITA) in 15:56.55

Terza Angelica Benevieri (ITA) in 15:57.16

 

Seconda serie

 

Va subito in testa Alessia Titone (ITA) che viene subito raggiunta da Martina Casiraghi (ITA).

Le due proseguono con la Casiraghi a guidare la gara.

Il passaggio ai 1.000m è di 4:44:2.

Continuano assieme fino ad un giro prima dei 2.000m. quando la Casiraghi allunga e guadagna una decina di metri.

Il passaggio ai 2.000 è di 9:29:1

Ormai la gara non ha più nulla da dire. L’unico dato di interesse è quello del tempo.

 

Vince Martina Casiraghi (ITA) in 14:22.85

Seconda Alessia Titone (ITA) in 14:33.89

Terza Martina Quartararo (ITA) in 15:05.58

 

 

 

 

 

5.000m. marcia indoor uomini

 

Anche questa gara è divisa in due serie.

 

Prima serie

 

Nella prima, quella con i tempi più lenti partono in 15.

 

Fino ai 1.000m sono in testa in tre: mattia Grilli (ITA), Amos Vittori (ITA) e Pietro Micheletti (ITA).

Il passaggio è di 4:38.9

Poi Mattia Grilli allunga il passo e la gara non ha più nulla da dire: è un assolo.

Questi i suoi passaggi:

- 2.000m in 9:28.4

- 3.000m in 14:30:7

- 4.000m in 19:29.3

 

Vince Mattia Grilli (ITA) in 24:18.22

Secondo posto per Francesco Fantozzi (ITA) in 24:45.80

Terzo posto per Gabriele Melisi (ITA) in 24:46.91

 

 

Seconda serie

 
La seconda serie ha visto una entusiasmante gara a cinque.
I cinque atleti che si sono dati battaglia dal primo metro sono stati i seguenti: Nicola Lomuscio (ITA), Pietro Pio Notaristefano (ITA), Gamba Gabriele (ITA), Emiliano Brigante (ITA) e Daniele Breda (ITA).
I cinque hanno viaggiato in gruppo fino a quasi cinque giri dalla fine della gara (circa 3.900m) guidati alternativamente da Daniele Breda e Nicola Lomuscio.
I passaggi sono stati:
- 1.000m in 4:35.6
- 2.000m in 9:05.0
- 3.000m in 13:33.8
- 4.000m in 18:06.4
 
Quando mancavano cinque giri alla fine l'episodio che ha risolto la gara: Daniele Breda finisce con tre sbloccaggi nella Penalty Area. Onestamente dobbiamo dire che ci stava lo stop di 30" per l'atleta che il quel momento era terzo nel gruppetto dei cinque. La sanzione però a nostro avviso non avrebbe dovuto essere quella dello sbloccaggio, ma forse quella della mancanza di contatto. Comunque sia,  giusto l'intervento della giuria.
Passano due giri e Emiliano Brigante allunga decisamente e stacca Nicola Lomuscio di una decina di metri. I due sono entrambi gravati da red card Emiliano Brigante (una) e da Nicola Lomuscio (due), il che dovrebbe far pensare ai due di fare attenzione.
Il profumo della vittoria prevale però sul buon senso e mentre Brigante continua nella sua azione Lomuscio cerca di contenersi per non perdere l'argento.
 
Vittoria per Emiliano Brigante in 22:09.63 che con questo tempo ottiene il terzo posto nella graduatoria mondiale indoor stagionale sulla distanza.
Secondo posto per Nicola Lomuscio in 22:18.15
Terzo posto per Pietro Pio Notaristefano in 22:19.52
Più staccato Gabriele Gamba (quarto in 22:30.04) e poi Daniele Breda che termina dopo la sosta nella Penalty Area di 30" in 22:52.05.
 
Ecco la graduatoria delle prime cinque posizioni
 
 
  MARK COMPETITOR DOB NAT VENUE DATE
             
21:14.85 Mustafa TEKDAL 08 AUG 2002 TURTUR Istanbul (TUR) 13 JAN 2019
22:04.10 Matteo DUC 25 MAR 2001 FRAFRA Lyon (FRA) 01 DEC 2018
22:09.63 Emiliano BRIGANTE 27 MAY 2003 ITAITA Ancona (ITA) 09 FEB 2019
22:18.15 Nicola LOMUSCIO 03 JUN 2003 ITAITA Ancona (ITA) 09 FEB 2019
22:19.52 Pietro Pio NOTARISTEFANO 10 MAR 2003 ITAITA Ancona (ITA) 09 FEB 2019
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Breve commento tecnico
 
Il risultato della gara dopo il giudizio di una giuria trova sempre un certo numero di persone a favore ed altrettante contrarie.
Ci sia quindi permesso di esprimere la nostra opinione in linea generale per quello che abbiamo visto.
 
Nelle allieve ci è piaciuta moltissimo Martina Casiraghi. Onestamente dobbiamo dire che lo sbloccaggio del ginocchio ci sembra un po' eccessivo, ma lo rispettiamo.
Altrettando ci è piaciuta Alessia Titone che, come la Casiraghi, è l'unica ad essere scesa sotto i 15:00.00.
 
Negli allievi, in particolare nella seconda serie, un po' meno ci sono piaciuti almeno quattro dei primi cinque atleti. A livello internazionale una gestualità come quella vista oggi sarebbe stata certamente sanzionata maggiormente con conseguenze facilmente immaginabili.
 
 
Regola 163.3 (b)
 
Nelle quattro gare che si sono svolte abbiamo assistito all'applicazione rigorosa di una regola che spesso viene tascurata: la regola 163.3 (b).
La regola recita: in ogni gara (o parte di gara) di corsa non in corsia, quando un atleta corre in una curva   ... non dovrà correre su o all'interno della linea (cordolo) che marca la parte percorrribile della pista ...
La regola è chiara e anche conosciuta, però ben 7 allieve (due nella prima serie e cinque nella seconda serie) e 2 allievi (uno per ciascuna serie) l'anno infranta subendo quindi una squalifica.
 
 
 
 
 
 
 
(foto by Montesano - Fidal)
 
 
 
 
 
 
 
 


Condividi su facebook