19/07/2019   Buona fortuna Mustafa, continua nel tuo lavoro






Mustafa Akyavaş è un uomo fortunato.

Sempre sorridente, sempre con i piedi per terra, sempre pronto ad ascoltare.

Ha insomma le doti di un allenatore di successo.

 

Se domani mattina Meryem Bekmez (TUR) dovesse bissare il successo ottenuto negli U23 da Ayse Tekdal, per il capo allenatore della marcia in Turchia questi due campionati in terra di Svezia rappresenterebbero la continuazione di una realtà inimmaginabile qualche anno fa.

 

Incontrammo Mustafa Akyavaş in Turchia a Izmir nell’agosto 2014 in occasione di un Campionato Europeo Master e ci avvicinò spiegandoci il suo interesse per la marcia e parlandoci appassionatamente del suo gruppo di giovani atleti che stava coltivando.

Ci parlò di Meryem Bekmez che all’epoca era appena quattordicenne e ci disse che secondo lui sarebbe divenuta un’atleta di successo.

 

Aveva visto giusto Mustafa. 

La giovane atleta Turca è negli ultimi tre anni una stella nel panorama giovanile europeo e mondiale.

Vittoriosa a Tbilisi (GEO) nel 2016 ai Campionati Europei U18, argento nel 2017 a Nairobi (KEN) ai Campionati Mondiali U18 e bronzo a cinque giorni di distanza a Grosseto (ITA) nei Campionati Europei U20 sulla doppia distanza (10.000m marcia su pista). Infine nuovamente argento a Tampere (FIN) nel 2018 nei Campionati Mondiali U20.

Ora è la indiscussa candidata alla vittoria ai suoi ultimi Campionati Europei U20.

 

Ma la Turchia oggi non è solamente Meryem Bekmez. 

Nelle donne, quest’anno un grosso salto di qualità lo ha fatto anche Ayşe Tekdal (1999), che a Gavle (SWE) ha brillantemente vinto il Campionato Europeo U23.

Negli uomini spicca la stella di Salih Korkmaz, argento a Gavle nei Campionati Europei U23 dopo un finale drammatico con Vasiliy Mizinov (ANA). Anche Korkmaz ha già nel suo paniere una medaglia importante, il bronzo vinto nel 2018 ai Campionati Mondiali U20 a Bydgoszcz (POL).

 

Sette medaglie in altrettante competizioni giovanili negli ultimi tre anni: un bel bottino da fare invidia.

 

E domani è un altro giorno.

Buona fortuna Mustafa, continua nel tuo lavoro, e ricorda di battere il ferro finchè è caldo

 

 

 
 
 
 


Condividi su facebook