02/10/2019   Analisi della 20 km donne e confronto con il mondiale precedente di Londra 2017






Bisogna subito dire (per quelli non presenti a Doha) che le condizioni atmosferiche sono oltre il limite del pensabile. Mai una gara di questo livello si è svolta in questi ultimi anni in queste condizioni. Forse bisogna arrivare fino a Melbourne 1956 (Olimpiadi) per trovare qualche paragone alla situazione attuale. I semplici numeri atmosferici sul caldo e umidità non bastano a spiegare le reali condizioni in cui si sta gareggiando. La temperatura percepita è di almeno 5/6 gradi in più; il vento caldo proveniente dal deserto non permette una respirazione normale; il calore dei fari per illuminare a giorno il percorso surriscalda ulteriormente la strada. Tutte componenti molto sfavorevoli per gli atleti. Marciatori e marciatrici sono stati tutti bravissimi solamente a terminare le gare.

 

Chiaramente con queste prospettive gli atleti si sono presentati alla partenza con molto timore. Così è stato per le due 50 km.; così è stato per la 20 km. femminile e così sarà per la 20 km. maschile. 

 

 

Doha 2019

 

La 20 femminile malgrado queste premesse è stata agonisticamente molto interessante e piacevole.

Primi 5 km al ritmo di 4:48 al km. (24:01). A questo ritmo sono ben 21 le atlete nel gruppo di testa. Il ritmo non cambia di molto per 3 km. 

Dopo il passaggio agli 8 km. Qieyang impone una prima accelerazione portando il ritmo a 4:40. Il passaggio ai 10 km. avviene in 47:51 (4.47 al km. - 23:50 il parziale dei secondi 5km al ritmo di 4:46/km.). L’accelerazione di Qieyang screma di molto il gruppo e al passaggio a metà gara sono solamente 9 le atlete in testa. 

 

 

Le quattro atlete cinesi incrementano ancora un pochino la velocità, tanto che ai 15 km. rimangano con loro solamente la brasiliana De Sena e la colombiana, Arenas.

Il passaggio ai 15 km. avviene in 1:11:02 (4.44 al km. - parziale dei terzi 5km di 23:11, ritmo di 4.38/km.). 

L’ultima fase della gara è stata emozionante e con grande pathos. Ai 16 km. è sempre Qieyang ad aumentare la velocità e a marciare su ritmi assai elevati in questo clima. Questo cambio ritmo provoca il distacco della colombiana Arenas. Resistono al comando ancora in cinque. Ai 18 km. perde terreno la brasiliana De Sena. Un quartetto cinese si va a giocare la vittoria, ma dopo poco viene squalificata una delle quattro: Yang Jiayu.

Esattamente a un km. e mezzo dal traguardo, Liu Hong accelera violentemente. Per qualche centinaio di metri cerca di resisterle la compagna Qieyang, ma anche lei deve arrendersi. Liu Hong marcia dai 18 ai 19 km. in 4:17.

 

 

Impressionante l’ultimo km. della campionessa Olimpica di Rio. La due volte vincitrice del titolo mondiale va a fare tris con un finale in 4:09, lasciando a 17” la Qieyang e a 24” la giovanissima (classe 1998) e, vera sorpresa della gara: Yang Liujing. 

Ultimi 5 km. per Liu Hong in 21:51 (4.22 al km.). Di gran valore i tempi degli ultimi 3 km.: 12:50 (4.17 al km.) e degli ultimi 2 km.: (8:26 - 4.13 al km.). 

Qieyang Shenjie copre gli ultimi 5 km. in 22:08 (4.25 al km.); ultimi 3 km.:13:08 (4.23); ultimi 2 km.: 8:43 (4.22).

Da questi tempi si nota come la differenza l’abbia fatta la grande capacità di Liu Hong nel cambio ritmo degli ultimi 2 km. Cambio ritmo non riuscito alla tibetana.

 

 

Londra 2017

 

 

Sull’ ampio viale The Mall, in condizioni favorevoli, il passaggio ai 5 km. era avvenuto in 22:22 (4.28 al km.) con solamente 11 atlete in testa. 

Ai 10 km. avvenne in 44:10 (4.25 al km. - parziale di 21:48 al ritmo di 4.22 al km.)  e nel gruppo leader figuravano 10 atlete. 

Ai 15 km. passaggio in 1:05:33 (4.22 al km.) con 5 atlete in testa. Il parziale fu di 21:23 (4.17 al km.).

Il finale vide 4 atlete a giocarsi il titolo fino agli ultimi 600 metri. Con un parziale di 20:45 (4:09) fra i 15 km. e i 20.

 

 

Riassunto in cifre

 

- a Doha 2019 i parziali ogni 5 km. sono stati: 24:01 (ritmo 4.48/km) - 23:50 (4.46/km) - 23:11 (4.38/km) - 21:51 (4.22/km)

- a Londra 2017 erano stati: 22:22 (ritmo 4.28/km) - 21:48 (4.22/km) - 21:23 (4.17/km) - 20:45 (4.09/km)

 

Il ritmo è stato più lento a Doha

- nei primi 5 km: di 20"/km; 

- nei secondi 5 km: di 24"/km;

- nei terzi 5km: di 21”/km;

- negli ultimi 5km: di 13”/km

 

Le due gare hanno avuto un andamento agonistico e di cambio ritmo abbastanza simile fino ai 15 km. (cambio ritmo di 10” dall’ inizio ai 15 km. a Doha; 11” il cambio ritmo negli stessi km. a Londra).

Negli ultimi 5 km. il differenziale è stato di soli 13”.

Da questi dati si potrebbe dire che il finale di Doha è stato più difficile e, tenendo conto del clima, più veloce.  

 

 

 

Conclusioni

 

 

Per quanto fino ad oggi abbiamo potuto osservare sui tempi dei vincitori (anche delle due 50km) il differenziale fra Doha 2019 e Londra 2019 appare nella seguenbte tabella:

 

 

Gara  Doha 2019 Speed/km London 2017 Speed/km  Difference Speed/km
           
50km men 4:04:20 4.53/km 3:33:12 4.16/km 37"/km più lenta a Doha
           
50km women 4:23:26 5.16/km 4:05:56 4.46/km 30"/km più lenta a Doha
           
20km women 1:32:53 4:39/km 1:26:18 4.19/km 20"/km più lenta a Doha
           
20km men     1:18:53 3.57/km  

 

 

Con queste premesse e considerando i differenziali delle gare fin qui disputate è ipotizzabile nella 20km uomini di Doha una velocità per km più lenta di circa 15”-18”. 
 
Vale a dire circa 4.12/4.15 al km. per un tempo finale fra 1:24:00 e 1:25:00. 
 
 
 
 
 
 

 

 



Condividi su facebook