27/10/2019   Takatata (JPN): Masatora Kawano (3:36:45) batte il record nazionale del Giappone che apparteneva a Yusuke Suzuki






 
Masatora Kawano è il secondo atleta del Giappone qualificato per le Olimpiadi di Tokyo del 2020 nella gara maschile di 50 chilometri che cammina dopo aver vinto oggi un evento a Takahata, nella prefettura di Yamagata, in un tempo record nazionale giapponese.
 
Kawano, uno studente di 21 anni dell'Università di Toyo, ha tagliato il traguardo in 3:36:45 e ha raggiunto lo standard di qualificazione di 3:45:00 stabilito dalla Japan Association of Athletics Federations.
Il precedente record nazionale di 3:39:07 è stato stabilito da Yusuke Suzuki ai campionati nazionali di aprile a Wajima.
Suzuki, il primo uomo giapponese in assoluto a vincere un titolo mondiale di marcia.
 
 
 
 
Con questa performance Masatora Kawano oltre ad aver stabilito il nuovo record nazionale del Giappone si pone in testa alla graduatoria mondiale stagionale del 2019 delle quale indichiamo i primi dieci atleti:
 
 
RANK MARK COMPETITOR DOB NAT VENUE DATE
3:36:45 Masatora KAWANO 23 OCT 1998 JPNJPN Takahata (JPN) 27 OCT 2019
3:37:39 Satoshi MARUO 28 NOV 1991 JPNJPN Takahata (JPN) 27 OCT 2019
3:37:43 Yohann DINIZ 01 JAN 1979 FRAFRA Alytus (LTU) 19 MAY 2019
3:38:02 Qin WANG 08 MAY 1994 CHNCHN Huangshan (CHN) 09 MAR 2019
3:39:07 Yusuke SUZUKI 28 NOV 1991 JPNJPN Wajima (JPN) 14 APR 2019
3:41:04 Wenbin NIU 20 JAN 1991 CHNCHN Huangshan (CHN) 09 MAR 2019
3:41:15 Yadong LUO 15 JAN 1992 CHNCHN Huangshan (CHN) 09 MAR 2019
3:42:08 Rui WANG 06 JAN 1996 CHNCHN Huangshan (CHN) 09 MAR 2019
3:42:50 Håvard HAUKENES 22 APR 1990 NORNOR Dudince (SVK) 23 MAR 2019
10  3:43:02 Hirooki ARAI 18 MAY 1988 JPNJPN Wajima (JPN) 14 APR 2019
 
 
 
50km uomini
 
 
Il Giappone non finisce più di stupirci. Ormai da Beijing 2015 quanto Takayuki Tanii conquistò il bronzo nella 50km, assistiamo ad un crescendo Rossiniano di incredibile spessore.
Oggi la gara è andata così.
 
- ai 10km
 
Sono in testa alla gara in tre atleti: Masatora Kawano (JPN), Satoshi Maruo (JPN) e Kai Kobayashi (JPN) che ai 5 km  sono passati assieme in 21:50, e ai 10km hanno fatto registrare il tempo di 43:37 con i secondi 5km in 21:47.
 
 
ai 20km
 
Dopo esser passati assiene ai 15km (1:05:37) Masatora Kawano (JPN) allunga il passo e prova a staccare i compagni di fuga. Il suo passaggio ai 20km è di 1:26:06 (quarti 5km: 20:27). Il suo vantaggio su Satoshi Maruo è di 22" che a sua volta ne ha altri 30" di vantaggio su Kai Kobayashi.
 
 
ai 30km
 
Kawano passa ai 25km in 1:47:25 con un vantaggio di 18" su Maruo. Ma viene ripreso poco prima dei 30km quando i due passano appaiati in 2:30:35 (sesti 5km: 21:52). Kobayashi segue in 2:09:40.
 
 
 
 
 
ai 40km
 
Kawano e Maruo passano assieme ai 35km in 2:30:45 con un vantaggio su Kobayashi su 1:45 (2:32:30) ed anche ai 40km 2:52:39 (ottavi 5km: 21:54).
 
 
ultimi 10km
 
Poco dopo Masatora Kawano decide di allungare nuovamente il passo e copre i successivi 5km in 21:44.
Il suo passaggio ai 45km lo vede da solo in testa alla gara in 3:14:23 con 28" di vantaggio su Satoshi Maruo (3:37:39).
Gli ultimi 5km sono più lenti (22:22), ma sono quelli della gloria che lo porta al nuovo record del Giappone in 3:36:45.
Non basta. Anche Satoshi Maruo va sotto il precedente record del Giappone di Yusuke Suzuki (3:39:07) terminando la gara in 3:37:39.
Terzo posto a Kai Kobayashi 3:46:23.
 
Sotto le 4:00:00 ore:
4° Isamu Fujisawa (JPN) in 3:52:21
5° Yuki Ito (JPN) in 3:55:11
6° Shuto Goto (JPN) in 3:59:08
 
Le leggi delle selezioni del Giappone dicono che per Tokyo 2020 dovrebbero essere selezionati Sukuki per la vittoria a Doha 2019, Masatora Kawano per quella di oggi, e il terzo dovrebbe essere chi vincerà il Campionato nazionale del 2020 a Wajima.
Dovremo in quella data tifare per Satoshi Maruo.
Altrimenti non vorremmo essere mei panni di Fumio Imamura che potrebbe dover lasciare a casa dai Giochi Olimpici Giapponesi un atleta ma 3:37:49.
 
Quando si parla di programmazione dovremo prendere ad esempio il Giappone negli uomini e la Cina nelle donne.
Sembra che il Far East sia diventato l'indiscusso padrone della marcia mondiale.
Gloria al Far East.

Le altre gare in una news a parte.

 
 
 
(Foto di copertina di Akihito Sugimoto - JPN)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Condividi su facebook