13/06/2020   Zivilė Vaiciukevičiūtė termina la sua carriera a soli 24 anni di età






 

 

Zivile Vaciukeviciute, eletta dalla Federazione Lituana di atletica leggera come “miglior atleta 2019”, ha deciso di sorprenderci tutti e di porre fine alla sua carriera sportiva a soli 24 anni.

 

Zivile ha giustificato la sua decisione con la fatica accumulata negli anni e molti mesi lontano da casa, ma con piani ben definiti per il suo futuro nel quale comunque non immaginava di continuare la sua vita nello sport e aveva già preso in considerazione l'idea di dedicarsi alla sua famiglia dopo le Olimpiadi di Tokyo, presumibilmente nel 2020.

 

Ma la pandemia COVID-19 e il rinvio delle prove hanno cambiato i suoi piani, e Zivile che prese la decisione e contattò la sua federazione. 

Quest’ultima di fronte all'imprevista e persino incredibile scelta dell’atleta ha chiesto una pausa di riflessione in modo che potesse ripensare la sua decisione, al fine di completare il ciclo olimpico. Tuttavia, la decisione era già stata ben ponderata e presa, con Zivile che ha ringraziato l'allenatore Viktoras Meskauskas per tutto il lavoro e il tempo dedicato.

 

Nel 2018 ha raggiunto un fantastico 5° posto nella 20km dei Campionati Europei di Berlino, registrando il secondo miglior tempo di sempre nel suo paese, con 1:28:07.

 

Il suo giorno dei giorno è stato il 19 maggio 2109 quando ha affrontato "a casa", ad Alytus, i suoi principali avversari nella Coppa Europa, ottenendo una vittoria storica in 1:29:48 che le aveva fornito la qualifica diretta per Tokyo. 

Non aveva invece brillato (solamente 23°) ai Campionati Mondiali di di Doha.

 

In una recente intervista, Zivile Vaciukeviciute ha affermato che, nonostante i successi ottenuti, e soprattutto dopo aver vinto la Coppa Europa, non si è mai sentito veramente ricompensato, quindi la decisione di terminare la sua carriera non è stata difficile da prendere.

 



Condividi su facebook